Benvenuti nel sito Ufficiale del Comune di Frigento \ Città \ La Storia - pagina 2 di 5

 

 

LA STORIA

- Il periodo romano - Secoli XVI e XVII
- I Longobardi - Il sisma del 1732
- La Sede vescovile - L’autonomia dei Casali
- I Normanni - 23 novembre 1980
- La Guerra tra Aragonesi ed Angioini  

I Longobardi.
Il borgo viene menzionato per la prima volta con il suo attuale toponimo in un documento dell’851. Con la caduta dell’Impero Romano Frigento diviene un dominio longobardo, incluso nei territori costituenti il Ducato di Benevento. Nel 926 la cittadina fu devastata dai vandali Saraceni, ma dopo sessant’anni, quando l’opera di ricostruzione era a buon punto, un violento terremoto, che coinvolse anche la città di Avellino, la distrusse completamente. La grande forza di volontà del popolo frigentino permise alla città di rinascere nuovamente più bella che mai, su quei pochi ruderi rimasti e mantenendo il sito originario. Non fu un caso che i Longobardi decisero di insediarsi sull’altura di Frigento, a metà strada tra Benevento e Conza. Era un’ottima posizione militare, poiché dai tre colli oltre a poter godere di un meraviglioso panorama, di un’aria salubre e di un clima particolarmente mite, si riuscì a dominare e tenere sotto controllo tutta la campagna circostante. Se si considera che al tempo dei Longobardi non esistevano linee di confine ben definite, si può asserire con certezza che Frigento per la sua posizione strategica giocò un ruolo fondamentale, quando Ludovico II operò la divisione del Ducato di Benevento in due principati: quello di Salerno, cui era collegato il Gastaldato di Conza, e quello di Benevento. Un altro esempio dell’incostante fortuna di questa città ci è dato dal movimento tellurico del 988 che coinvolse e devastò le cittadine di Frigento e di Ariano.

The Longobards

The first time that the name of the village was used with its present place-name was in 851. After the fall of the Roman Empire Frigento became a Longobard dominion, also with the territory of the Benevento’s duchy. In 926 the town was devastated by the Saracens, but after sixty years, when the works to reconstruct it were going on satisfactorily, a terrible earthquake destroyed everything.

But thanks to the goodwill of the people of Frigento the town could revive better on the ruins and on the original site. For these reasons the Longobards decided to settle on the Frigento hill, between Benevento and Conza.
It was an excellent military position, because from the hills there isn’t only a beautiful view, a healthy air and a mild climate, but from this place it was also possible to dominate and control the whole country.

Considering that at that time there weren’t boundary markers, Frigento played an important role for its position when LudovicoII divided in two principalities the Duchy of Benevento: that of Salerno connected with the Gastaldato of Conza, and that of  Benevento.
Another example of the changeable fortune of Frigento is the earthquake in 988 that devastated Frigento and Ariano.
<<precedente seguente>>

_________________________________________________________________________

Fonti documentarie: Guelfo Guelfi, Vocabolario araldico. Milano, 1897 Gustavo Strafforello, La Patria. Geografia dell' Italia. Parte IV: l'Italia meridionale. Provincie di Avellino, Benevento, Caserta, Salerno. Torino, 1898 - Ugo Morini, Araldica. Firenze, 1929 Egidio Finamore, Origine e storia dei nomi locali campani. Napoli, 1964 Carmine Pascucci, Antichità, origene, guerre distruzione e stato presente della città di Frigento. Frigento (AV), luglio 1997, www.regionecampania.net

Citta
- Informazioni
- Lo Stemma
- Il Nome
- La Storia
- Come arrivare a Frigento
- Una passeggiata a Frigento
+Eventi
+Tradizioni
-- I Carri Covoni
-- I Mezzetti
-- I Misteri
- Passeggiata naturalistica
- Pila ai Piani
- Associazioni
- Numeri utili - Ricettività
- Link
- Ringraziamenti
Frigentini nel mondo
Mappa del sito Copyright © 2007 - All right reserved - Comune di Frigento Powered by e-direct